Si intensificano i rapporti scientifici con la Cina sui temi della mobilità sostenibile per i partner del progetto LIFE-SAVE.

I ricercatori dell’Università di Salerno hanno presentato uno studio sugli effetti della temperatura sulle prestazioni dei pannelli fotovoltaici per applicazioni Automotive al Symposium AVEC 2018, tenutosi a Pechino, Cina, dal 16 al 20 luglio 2018.

Lo studio ha permesso di sviluppare modelli matematici in grado di valutare le variazioni di efficienza delle celle fotovoltaiche durante il moto della vettura e nelle fasi di sosta, utili sia nelle fasi di progettazione del veicolo che per il controllo real-time. A settembre, sarà presentato alla conferenza ECOSM 2018 di Changchun uno studio comparativo in termini di analisi del ciclo di vita (LCA) per diverse soluzioni alternative di mobilità sostenibile.

cina avec 2018

 

Lo studio, effettuato a partire dal software GREET sviluppato dall’Argonne Laboratory, mostra come la conversione dei veicoli convenzionali in ibrido solare rappresenti la soluzione caratterizzata dalla migliore sostenibilità in termini di consumi energetici, in quanto consente il riuso di vetture spesso ancora in buone condizioni, mentre la loro rottamazione anticipata comporta la dissipazione dell’energia incorporata nel veicolo all’atto della sua costruzione. Il Riuso della vettura, la Riduzione dei consumi energetici e delle emissioni ed il Riciclo dei materiali utilizzati costituiscono le tre “R” che caratterizzano il paradigma della sostenibilità energetica ed ambientale.

Grazie ad un’attività scientifica e di networking pluriennale sui temi della mobilità sostenibile, l’Università di Salerno ed il suo spin-off eProInn sono tra i pochi e selezionati partner scientifici del Department of Automotive Engineering della Tsinghua University di Pechino, una delle prime università nei ranking mondiali.