Il progetto
HySolarKit
HySolarKit è una tecnologia che permette di convertire le auto tradizionali in veicoli ibridi-elettrici
Informazioni

Come è composto HySolarKit

Motori elettrici

Nelle ruote posteriori sono integrati due motori elettrici (Hybrid Electric Retrofit System, “HERS”) che trasformano l’auto in una 4×4 a trazione ibrida (trazione convenzionale sulle ruote anteriori ed elettrica sulle ruote posteriori)

Batterie

I motori elettrici sono alimentati da una batteria addizionale al litio montata nel bagagliaio (al posto del “ruotino”). La batteria può essere ricaricata dai pannelli solari, dal veicolo stesso (durante le frenate o le discese, o assorbendo la coppia addizionale generata dal motore al fine di ottimizzare il rendimento complessivo) o dalla rete elettrica (operazione plug-in)

Pannelli solari flessibili

Dei pannelli solari flessibili ad alto rendimento (prodotti da Solbian, partner del progetto LIFE-SAVE), sono montati sul tetto e sul cofano dell’auto con la funzione di ricaricare la batteria del veicolo, sia nelle fasi di guida che durante le fasi di parcheggio, in modo gratuito e senza emissioni di CO2

Il sistema di controllo

Un sistema di controllo, collegato ad un display, pilota i motori elettrici sulla base delle richieste del guidatore e dello stato di carica della batteria, connettendosi al veicolo attraverso la porta OBD, di norma utilizzata per la diagnostica e senza interferire con la centralina di controllo originale del veicolo
I vantaggi dell’utilizzo di

HySolarKit

I vantaggi principali dell’utilizzo di HySolarKit sono molteplici:

  • il motore termico a combustione interna lavora di meno perché parte della potenza necessaria alla trazione è fornita dai motori elettrici. Ciò si traduce in minori consumi di combustibile e minori emissioni di gas inquinanti. Il beneficio può raggiungere il 20-25% per un tipico utilizzo in ambito urbano (un’ora di guida al giorno) e nelle giornate di sole, ma è comunque apprezzabile anche in assenza di sole, per i beneficio legati alla ibridizzazione (recupero dell’energia delle frenate e nelle discese, ottimizzazione del rendimento del motore termico)
  • l’auto, ora assimilabile ad una ibrida in termini di consumi ed emissioni, potrà avere accesso alle zone a traffico limitato (ZTL), dove potrà muoversi in modalità prevalentemente elettrica
  • a differenza di quanto accade per una vettura elettrica, l’auto non ha problemi di ricarica e di autonomia, che anzi è accresciuta anche rispetto al veicolo tradizionale di partenza per la presenza della batteria addizionale
  • rispetto all’auto di partenza, la vettura avrà migliori prestazioni, grazie alla trazione integrale. In particolare, la presenza di due motori elettrici nelle ruote posteriori, conferisce migliori capacità in fase di accelerazione che si traducono in una riduzione superiore al 20% dei tempi per andare da 0 a 100km/h
A Free Divi Layout Kit by Geno Quiroz